lunedì 16 gennaio 2012

La rottura

E finalmente siamo arrivati all'ultima puntata.
Mi spiace se mi sono dilungata troppo. Inizialmente volevo solo accennare qualcosa ma non era facile rendere bene l'idea in poche righe, così alla fine ne è uscito questo racconto a puntate in cui ho scritto le cose più significative, ma ce ne sarebbero altre...

La settimana che ha preceduto il Natale è stata un po' frenetica e stressante.
Da un lato per lo scambio di auguri con tutti gli amici possibili, vai a trovare uno, bevi un aperitivo con un'altra... dall'altro perchè iniziavo a preferire stare a casa perchè ero troppo insofferente nei confronti del mio "signore", mi sentivo a disagio, mi pareva di fare figure di emme di continuo, allora preferivo ridurre al minimo le occasioni mondane.

La sera del 23 però ero stanca ma anche contenta per i giorni di vacanza che mi aspettavano.
Le premesse erano buone, lui mi aveva detto che era contento di vedermi rilassata e sorridente, così decidiamo di andare in pizzeria per una serata tranquilla.

La conversazione però, come avevo già notato, era un po' carente, sembrava proprio che non avessimo già più nulla da dirci.
Tra gli argomenti che non volevo toccare per evitare figuracce e altri che di certo non lo interessavano era dura, ancora un po' e saremmo arrivati a parlare del fatto che non ci sono più le mezze stagioni.

Inoltre spesso mi ripeteva cose già dette o mi chiedeva cose di cui avevamo già parlato diverse volte e questo oltre ad irritarmi mi portava a chiedermi se fosse ritronato o semplicemente per niente interessato a quel che dicevo.

Mangiavo la mia pizza del tutto ignara di quello che stavo per scatenare quando ad un certo punto mi è venuto in mente di dirgli: "Sai che alla "Gallina che fuma" stasera c'era la cena della palestra?"

Ora, io per tutti i due mesi della nostra frequentazione il martedì sono sempre andata in palestra al corso di ballo country, e lui lo sapeva benissimo, infatti il martedì era l'uinica sera che anzichè alle 21 si presentava alle 22 o giù di lì, a volte svegliandomi perchè nel frattempo mi ero addormentata sul divano.

E lui mi chiede: "Quale palestra?"
Ed io guardandolo con l'espressione della mucca che vede passare il treno "Quella dove vado io...??"
E lui: "Quella della Pina Bianchi?"
E io a denti stretti "sssssiiiiii......???"
E lui "Quella a Borgheggio Mastello?"
"SSSSSSIIII! Quella dove vado iooooo!" GRRRRRRRRRR!!!!!!!!

Madonna che sudata per dire due frasi!

Ma lui chiede: "Ma l'ha organizzata la palestra?"
"Si, è la cena della palestra, la organizza la palestra!" caro il mio Capitan Ovvio!
Ma lui: "Non è detto!"
"Come non è detto? La cena della ditta la organizza la ditta, la cena di fine corso quelli del corso, la cena della palestra quelli della palestra!"
E lui: "Potevano essere solo alcuni che uscivano per i fatti loro!"
E io sempre più disarmata: "Si, ma la cena di Natale della palestra è organizzata dalla palestra per tutti quelli che ci vogliono andare".
E lui insiste: "Non è detto"

Allora io mi sono rotta, anche perchè guardate da due frasi stupide che scenetta ne è venuta fuori, ed ho avuto l'ardire di ribattere con tutta la calma che sono riuscita a racimolare
"Oh, se sei tonto non è mica colpa mia, per me è chiaro cos'è la cena della palestra!"

E qui si è scatenato l'inferno.

Ha iniziato a dire che non lo rispetto, che forse sono abituata ad uscire con idioti che si lasciano insultare e che non vale la pena sbattersi per le donne, che meritano solo bastonate.

Io con la calma e la rassegnazione di chi ha capito di essere alla fine ho lasciato perdere, basta con le figure, basta con i commenti sarcastici, le frasi offensive.
Dopo pochi minuti usciamo e mi riporta a casa.
Ero convinta che se ne sarebbe andato arrabbiato invece è salito in casa.
Si siede sul divano, stavolta composto, e in silenzio guardiamo la televisione.

Io decido di metterlo alla prova e gli dico: "Senti, hai ragione non dovevo darti del tonto, stavo scherzando ma capisco che possa sentirti offeso, però con sta storia delle donne che meritano solo bastonate e che i miei amici sono tutti imbecilli mi hai stufata, se continui a dirlo vuol dire che lo pensi".

Ero convinta che avrebbe fatto un passo indietro ed invece ha rincarato la dose: "Sono io che sbaglio, le donne le tratto troppo bene e questi sono i risultati, è meglio che stia da solo (un hip hip hurrà per il genere femminile!!), tanto le donne meritano solo bastonate, spendi soldi per loro e ricevi solo insulti..."

Un momento di raccoglimento per assimilare le parole.
....................................................................................................................................................

Allora io mi sono messa a gridare davvero incavolata, gli ho detto che ero stufa di sentire tutte le sue cavolate, che lui pretende rispetto ma non lo da, che pensa di essere un padreterno, un dono del cielo, ma dovrebbe avere più umiltà e farsi un esame di coscienza.
Lui allora si è alzato e ha detto che se ne andava, io ho riposto che per me quella era l'ultima volta che usciva da casa mia, per me era la fine.

L'ho accompagnato giù mentre lui brontolava sempre sullo stesso argomento.
Quando è uscito e mi sono richiusa il cancellino alle spalle mi sono sentita così sollevata e libera...

Mi sono aperta una bottiglia di vino e me ne sono scolata mezza, quando si sopravvive ad una calamità ci vuole!!!

Dopo mezz'ora mi arriva un sms: "In due mesi non hai capito quanto sei stata fortunata a trovare un uomo come me, spero non te ne pentirai".
Non ancora bello.

Il giorno dopo, la vigilia di Natale, mi chiama.
Pensavo ci avesse ripensato e si volesse scusare invece...

Mi dice una cosa e io gli dico di ripetere perchè penso di non aver capito...

"Oggi dovevo andare a ritirare il tuo regalo perchè me lo ero fatto mettere da parte. Ma io non te lo faccio più quindi se vuoi vai a prendertelo tu e lo paghi tu".

EEEEEHHHHH????????????????

Gli chiedo cosa sarebbe e lui mi dice che è l'impastatrice che volevo (l'Artisan della Kitchen Aid).
In effetti era un mio desiderio ma ormai...
Gli chiedo se ha lasciato un acconto ma mi risponde di no.
"E allora? Non andare o avvisa che lo possono vendere a qualcun'altro".
Mah!

Sms di Natale "Sono una persona civile e quindi ti faccio gli auguri di Buon Natale anche se la nostra storia è finita, ma tu devi imparare a rispettare chi ti vuole bene, ma forse non mi ami abbastanza o almeno non quanto ti amo io".

Si va bene.
Ciao.

12 commenti:

ziapolly ha detto...

Alleluia! Ma sai dove può mettersi gli auguri? Ops....scusa...forse non è troppo da "signora" dire certe cose....ma per un energumero del genere NESSUNA PIETA' NESSUNA DELICATEZZA NESSUNA DIPLOMAZIA (secondo te conosce il significato di questa parola? D U B I T O) Stasera faccio un bel brindisi per te e per esserti liberata da questa zavorra!!! Un abbraccio Paola

Anna ha detto...

Wow, vado a scolarmi mezza bottiglia pure io...per essere riuscita ad aprire finalmente la pagina commenti e per la tua "liberazione"...Simonaaaa, ma come hai fatto a sopportare un "esemplare" di quel genere?..e poi..un'altra cosa....tu vai a scuola di ballo country?...miticaaaaaa..vorrei tanto andarci anch'ioooooo! Un abbraccione, Anna

Lia ha detto...

Ha concluso degnamente con l'ennesima caduta di stile... Chissà perché la cosa non mi sorprende!
Piuttosto, sei poi andata a recuperare l'impastatrice o l'acquisterai per i fatti tuoi, onde evitare che il negoziante ti colleghi al losco figuro?
Io però ancora cosa ti piacesse di lui... Era almeno un bel giovine?
Levo un calice di nebbiolo per brindare con te alla liberazione! :)

Simona ha detto...

PAOLA non credo che sappia proprio cosa significhi civiltà. Che delusione mamma mia!
ANNA mah, forse speravo sempre nell'impossibile.
Si vado a fare ballo country da settembre, è molto divertente.
Un abbraccio a voi carissime!

Simona ha detto...

Ciao LIA! No guarda quello lo stile proprio non sapeva dove stesse di casa. Credo che mi seccasse avere preso una tale cantonata e magari speravo si ravvedesse, è talmente assurdo che sembra finto davvero.

No il robot non l'ho preso, erano 600 euro! Ci penserò forse un giorno.

Bel giovine... uhmmmmm... diciamo normale ecco.

Non si dice piacere - La moda passa, lo stile resta ha detto...

ma digli si spararsi (con tanto "amore" ovviamente)


http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

Anna ha detto...

Guarda Simona, io mi sono letta due volte quest'ultima parte e mi sono riletta il resto, per rinfrescarmi la memoria. Sono giunta alla conclusione che il tipo, oltre ad essere uno zotico, villano, misogino, ignorante (e potrei andare avanti ancora)è inequivocabilmente idiota. Forse non è colpa sua. Forse ha semplicemente il quoziente intellettivo di un broccolo (senza offesa per i broccoli). Mi sconvolge che tanta stupidità riesca ad essere contenuta in una persona sola. Anche se sono le otto del mattino brindo a te e alla grande pazienza e signorilità che hai dimostrato in questa storia. Un abbraccio alla mia cara Simona, una delle persone più belle che ho avuto la fortuna di incontrare sul web!!!
Anna

Angela ha detto...

Finalmente! Solo a leggere la tua storia mi sento più leggera e libera io.....figurati tu! Hip hip urrà! Hai fatto benissimo a chiudere...un tipo così è sempre meglio perderlo che trovarlo!!!!!!!

lory ha detto...

finalmente LIBERA!!!!!!!!!!!!! libera dalle catene......meglio molto meglio soli che in simile compagnia...ti abbraccio forte Lory

Simona ha detto...

Grazie a tutte ragazze, diciamo che dagli errori si impara vah...
ANNA che dolce che sei, ma del resto come potrebbe essere altrimenti se vivi in un forno?
Grazie infinite per le iniezioni di affetto e autostima.

SMACK!!!

Ele ha detto...

Simo,dico sul serio,questo qua è la copia sputata di quello là - tusaiachimiriferisco - IDENTICO!!! E' una sfortuna che il mondo ne abbia già uno, figurarsi due così!!!Se non fosse per il fatto che tengo ad alcune persone che di là scrivono ancora, gli consiglierei di iscriversi: avrebbe un fratello virtuale!! Ahahahahahah Brrrrrr mi vengono i brividi...Dammi retta, prima lo cancelli,meglio è.

LadyGhost ha detto...

Ciao, ti ho vista nel blog di metiu e mi hai incuriosita, sono passata a farti una visitina e....mi sn iscritta!! Simpaticissima!! Ciau!