domenica 15 gennaio 2012

A cake a week... tentativo di focaccia di Chieri (by Mari)

Care amiche e amici, vi ringrazio davvero per la solidarietà, e ammetto che mettere il tutto per iscritto mi ha aiutato, se ce ne fosse bisogno, a mettere un bel masso sopra tutta la faccenda.

Prima del gran finale vorrei riportare il blog nella solita carreggiata per una breve digressione mangereccia.

Avevo un cubetto di lievito in frigo e per non fare del pane ho deciso di provare una nuova ricetta.
Qualche mese fa avevo letto sul blog di Mari (Creamaricrea) la ricetta di una focaccia dolce, la focaccia di Chieri, con tanto di foto che mi aveva ispirata molto, così me la sono segnata e mi sono ripromessa di provarla al più presto.
Io non l'ho mai assaggiata e quindi non so come dovrebbe essere, fatto sta che il risultato mi ha soddisfatta.

Io ho seguito la seconda ricetta che trovate ed ho dimezzato le dosi per farne solo una, inoltre ho utilizzato quella meraviglia della tecnologia che è la macchina per il pane.

400 gr. di farina
1 cucchiaino di sale
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di latte
125 gr. di burro
1 cubetto di lievito sciolto in 130 ml di acqua tiepida

Ho messo nel cestello l'acqua con il lievito, il burro sciolto e il latte, poi ho aggiunto nell'ordine la farina, lo zucchero e il sale.
Ho impostato il programma solo impasto ed alla fine ho lasciato che lievitasse ancora un pochino.
Poi ho tolto la pasta dal cestello e l'ho stesa su una teglia rotonda che ho messo in forno spento a lievitare per un'altra ora.

Passata l'ora ho acceso il forno a 200 gradi e ho cosparso la focaccia con molto zucchero.
Ho infornato per 20/25 minuti assicurandomi che in superficie si formasse una crosticina.

Ed ecco come mi è venuta


A parte il fantastico profumino che si è sparso per casa... l'ho dovuta assaggiare, mi pare ovvio, e devo dire che è buona, non so se sia simile anche lontanamente all'originale, ma è buona.

E secondo me si presterebbe brillantemente ad essere spalmata con nutella o della buona marmellata di fragole, che è la mia preferita.

Buona serata e buon inizio di un'altra dura settimana di lavoro.

Un abbraccio

2 commenti:

MariCrea ha detto...

Wow grazie per la citazione...
l'aspetto non è niente male...
certo l'originale non si presta molto ad essere spalmato...perchè ha una crosticina zuccherina su tutta la superficie...
però penso che la versione casalinga,con meno zuccero sopra possa fare da base a qualunque cosa...
complimenti ancora

lory ha detto...

brava Simona!!!!!!! quasi quasi ci provo anch'io...ti abbraccio Lory