mercoledì 18 gennaio 2012

Dal Medioevo con "amore"... reprise...

Venerdì 13 sera...
Sarebbe il momento migliore della settimana, non fosse che lavoro anche di sabato mattina.
Perchè io ho sempre avuto lavori in cui si lavorava anche di sabato mattina, deve essere nel mio DNA, alla faccia di quando da ragazzina tremavo all'idea che mi aspettassero anni e anni di duro lavoro e di levatacce alle 7 del mattino 5 giorni su 7 (magari!!!) fino a raggiungere la tanto sospirata pensione e con essa la tranquillità e la saggezza della maturità.

Sono circa le 20.30 ed esco dalla doccia inebriata dal profumo del mio bagnoschiuma tonificante della Venus muschio e sandalo (ricordarsi di appuntarlo nella lista dei "Mai più senza..."), capelli lavati con shampoo Avon da 3 litri che non finisce maiiiiiiii e io odio quelli che non finiscono mai perchè mi piace cambiare profumazione spesso (metterlo nella lista dei "Mai più con...").
Tampono i capelli e mi do una bella spalmata con una cazzuolata di crema Dove per ricoprire degnamente tutta la mia superficie corporea e mi preparo alla mia seratona divano-riviste-tisana-Jefferson.

Prendo il cellulare e schiaccio un tasto a caso per illuminare lo schermo e controllare...

338 987654321  una chiamata persa...

Uhmmmm... a vederlo così sembrerebbe il numero di Bernardo Gui l'inquisitore...




Valuto subito le opzioni che ho
- richiamo (scartata subito)
- mando un sms dicendo che ero sotto la doccia cheminchiavuoi? (mmmmhhhh naaaa!)
- me ne frego, se vuole richiama (APPROVATA!)

Ma per il resto della sera il telefono tace.

Il sabato pomeriggio sto provando con altre amiche la coreografia per il balletto di carnevale (ebbene si... prossimamente su questi schermi ennesima figura di emmenthal di sapore country visto che il tema del carro saranno indiani e cowboys).
Ad un certo punto mi arriva un sms, sempre dalla Santa Inquisizione "Visto che ti ho chiamata ieri sera potevi anche rispondere!"

Ehhhhh... non c'è storia, come ci sa fare lui con le donne, nessuno proprio!
Se anche avessi avuto un barlume di benevolenza si sarebbe spento in un soffio.

Rispondo "Ero sotto la doccia... e poi non ero sicura che fossi tu...!"
E così insinuo il tarlo del dubbio... uah uah uah!!! (Risata demoniaca)

Per tutto il pomeriggio non si fa più sentire e mi ero quasi messa l'anima in pace.
Verso le 20, ero già in modalità "sabato sera da zitella attempata" fatta da: camino acceso, coperta di pile per i piedi, Milu accucciato di fianco, bicchiere di Lambrusco e pizza surgelata con tutto il possibile sopra chesenovaamaleinfrigo, mininutella da appendere all'albero di Natale che ormai non ha più un suo perchè e quindi merita solo di essere ripulita a dovere, quando suona il telefono.

E' lui, l'inquisitore.

"Pronto?"
"Ciao, disturbo?"
"nnnnno, sto mangiando..."
"Volevo sapere se ieri sera sei poi andata a teatro"

BREVE ANTEFATTO
A novembre in tempi non sospetti avevo comprato due biglietti per lo spettacolo di Teresa Mannino


che è stato appunto venerdì scorso.









Io rispondo: "Li ho dati ai miei, ci sono andati loro".
"E perchè tu non sei andata?"
"Perchè ho preferito darli ai miei e farci andare loro, che piace anche a loro"
"Ah no sai... non volevo che il biglietto andasse sprecato..."
"mh mh..."
"uhh... maaaaaa.... non ho capito una cosa.... cosa vuol dire che non eri sicura che fossi io ieri?"
"ehhhh non ho più il tuo numero quindi non ero sicura..."
"Ahhhhh, ppperò!............ pppperò!!!! Ahhhhh!!!!!"
" O______O"
"Ppppppperòòòò!!! Hai cancellato tutto in 30 secondi eh!"
"No a dire la verità ci ho messo qualche giorno..."
"Si sssi... apperòòòò!!! Va beh, ciao ciao!"
"Ciao."

Avrei voluto dirgli "Ma guarda... è da una settimana che sei il protagonista del mio blog, e vedessi i commenti! Potrei fare una fortuna con te se solo lo volessi, un libro, magari una serie tv, il bersaglio per le freccette..."

Potevo cercare di spiegargli come mi ero sentita ma... perchè poi?
Chissenefrega.

Tanti saluti, e soprattutto tanti auguri che ne hai davvero bisogno.

10 commenti:

Anna ha detto...

Ussignur, ussignur ma quello è davvero il numero suo o di Bernardo?
Che poi sono la stessa persona... o no??? Sono confusa!!!!
Ma questo poverino è proprio scemo... guarda mi fa quasi pena... ma anche no...
ussignur....

lory ha detto...

ma non rispondere neanche...non ne vale assolutamente la pena....ti abbraccio Lory

Lia ha detto...

Povera... Tra un po' ci sono gli estremi per stalking... Comunque, hai presente quell'opzione del cellulare che ti permette di rifiutare le chiamate in entrata di determinati numeri telefonici? Fossi in te la sfrutterei! ;)
Un abbraccio tutto solidale!

Ele ha detto...

Senti,fossi in te una capatina a quelli dell'antistalking la farei.Se non altro per fargli capire che deve finirla e che è un capitolo chiuso. Il divano, la tisana, vanno benissimo e fanno di un beeeeeeeeeneeeeeeee...Ma esci con le amiche e divertiti,alla facciaccia sua!Che è meglio!(da leggersi alla maniera di puffo quattrocchi,quello dei cartoni,non quello rifatto al computer).

Simona ha detto...

No ma non credo servano misure drastiche, è molto orgoglioso quindi dicendogli che l'ho depennato l'ho ferito a morte.
Adesso basta volto pagina anche io, tornerò a scrivere cose più frivole, spero.
Un bacio.

Lia ha detto...

Ah, ah, ah! :)
Simona, temo che con questi tuoi post sull'ominide tu abbia inconsapevolmente dato vita ad un commando, tutto al femminile, armato sino ai denti, pronto ad accorrere in tuo soccorso in men che non si dica! Roba da far impallidire persino l'armata delle tenebre!
Sì, dai, penso anch'io che sia giunto il momento di non prestare ulteriore attenzione al personaggio in questione...

Perché i biscottini dei baci di dama, una volta in teglia, in fase di cottura mi si appiattiscono come lingue di gatto? Ho usato la ricetta classica con pari quantità di burro, farina e mandorle tritate, più un uovo. Impasto fatto riposare in frigo. Forno a 180 °C... Aiuto!

Simona ha detto...

Ommioddio chiedi a moi???!!!
Guarda è capitato anche a me, dovrebbe essere colpa del forno, la temperatura deve essere più bassa, appena caldo, non so dirti i gradi ma non caldo come una torta o biscotti normali.

sognatriceabordo ha detto...

Hai ragione, volta pagina! ;)

Sognatrice
a bordo

Arianna ha detto...

O_____________O
oh my god! Cosa mi sono persa? Qua è meglio di Se & the City! :D

Barbara ha detto...

Ciao Simona,
sono arrivata da te "passando" da Francesca Passionedecò e devo dire che trovo molto divertente e spontaneo il tuo racconto! Scrivere aiuta a chiarire le idee a volte, vero?
Buon fine settimana,
Barbara