sabato 14 gennaio 2012

Il declino - Le perle di saggezza maschile

Come se non bastassero i suoi modi da cavernicolo, ogni tanto, anzi spesso, se ne usciva con delle frasi che ad essere cattiva gli sarebbero dovute valere uno paio di ceffoni, ad essere buona la totale infermità mentale.

Aveva la tendenza come ho già detto a giudicare.
Non diceva mai "secondo me..." o "credo che...", no per lui una cosa era così punto e basta.

Ha iniziato i primi giorni che ci frequentavamo a generalizzare, altro segno inequivocabile di idiozia, dicendo che le donne sono tutte uguali, che per lui sono tutte un libro aperto (ma è chiaro che non l'ha mai letto), che vogliono cambiare gli uomini salvo poi mollarli appena ne trovano un altro.

Erano affermazioni talmente stupide che le avevo prese per sparate tanto per, non immaginavo certo che lo pensasse davvero.

Un giorno gli ho chiesto se avesse raccontato del nostro primo appuntamento a qualcuno e lui mi ha detto che l'aveva raccontato a suo fratello e sua cognata, che sono rimasti senza parole per il suo comportamento, e poi ne aveva parlato anche con delle sue colleghe che gli avevano detto a) che è un pirla e b) che io dovevo proprio essere una santa.
Poi un giorno mi dice "Sai che mia mamma da ragione a te?"
E io "Cioè?"
"Dice che dovrei piantarla di dirti tutte ste cazzate..."
"Ah ecco, e quindi perchè non la pianti? Se te lo dico io, tua mamma, la tua collega, forse forse..."
E lui "Ma non ci penso proprio, non faccio niente di male!"
Seeee... buonanotte ai suonatori.

Una sera lui doveva iniziare alle 22 ma io avevo un po' di pulizie da fare e non l'avevo fatto venire a cena.
Mi telefona alle 21 e mi chiede cosa sto facendo, io gli rispondo che pulivo il bagno, e gli chiedo se ha già mangiato. E lui "Si che ho mangiato, se aspetto da te!" 
....??????.....
0________0
"Non mi hai nemmeno invitato a cena, preferisci pulire il bagno che stare con me, andiamo bene eh, bel rapporto che abbiamo, e poi le pulizie si fanno il sabato..."
E io "Razza di cogl.... (che poi dopo un po' mi girano eh!) il sabato mattina lavoro e il pomeriggio ero con te, quindi??!!!"
E poi non dovevo certo rendere conto a lui quando faccio pulizia a casa mia.

Un paio di sere dopo lo chiamo per invitarlo a cena da me ma lui rifiuta e mi dice: "Ah certo, devo venire quando fa comodo a te eh!!"
(Ehm, certo, sei a casa mia, cucino io, certo che deve fare comodo a me!)
"Io non sono mica un giocattolo che tiri fuori quando vuoi te, voi donne siete tutte uguali... bla bla bla"

E poi ha toccato il fondo quando ha detto che le donne meritano solo botte perchè a trattarle bene finisce che vieni preso in giro.

A quel punto ci sono stati un paio di giorni di silenzio, rotti come sempre da me. Ormai era quasi Natale e non mi sembrava un'impresa così titanica arrivare almeno a gennaio...
Ma mi sbagliavo.

5 commenti:

sognatriceabordo ha detto...

Che signore!
Forse le botte doveva dargliele la mamma quando poteva ancora diventare un uomo. Ops.

Sognatrice
a bordo

Anna ha detto...

Ma Simona, dimmi dove posso trovare quell'idiota cavernicolo, sbruffone e supponente che una scarica di botte gliela distribuisco io! Quando ci vuole ci vuole... e che diamine!!!!

Ele ha detto...

Ah..allora faccio bene io, a dir che certi uomini vanno bastonati da piccoli?? Simo..ma davvero volevi arrivare a Gennaio??Lo sai sì,che pure in Vaticano,per risparmiare allungano i processi di santificazione??Non ti conveniva,se era alla santificazione con martirio che aspiravi. Uno così, credimi,dev'essere la prova evidente per una madre,degli sbagli enormi che si possono commettere coi propri figli. O di uno sbaglio di natura. Se è single e ha più di 40,c'è sempre un perchè.Nel suo caso non è difficile sapere quale.

lory ha detto...

no, non si può sentire!!!!!! ti abbraccio fortissimo Lory

ziapolly ha detto...

Obrorio, offesa terribile per la razza umana, essere ignobile. Mi auguro che rimanga solo come un cactus vita natural durante. Altro che santa di dovevano fare. Un abbraccio Paola